Martedì, 05 Febbraio 2013 00:00

Scafuri ricorda le grandi feste ai tempi del duca

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 05/02/2013  ed. Nazionale  p. 29  

Si è concentrata soprattutto sul periodo del Rinascimento a Ferrara e, in particolare sulle tradizioni del carnevale estense, la conversazione rivolta nei giorni scorsi da Francesco Scafuri (nella foto) ad alcune classi dell'Istituto alberghiero "Orio Vergani". Intento dell'incontro, inserito nell'ambito di una serie di iniziative didattiche organizzate dall'Istituto scolastico in collaborazione con il Comune di Ferrara, era quello di illustrare agli studenti i principali aspetti della tradizione carnevalesca a Ferrara nel periodo rinascimentale, con particolare riferimento al periodo della seconda metà del XV secolo, quando la città, sede della corte estense, divenne una delle più importanti capitali europee della cultura. Il responsabile dell'Ufficio ricerche storiche del Comune si è soffermato, fra l'altro, sulla figura del duca Ercole I d'Este, grazie al quale le feste carnevalesche cittadine si arricchirono di grandi spettacoli e tornei ma, soprattutto, di celebri rappresentazioni teatrali alla riscoperta dei testi di Plauto. Particolare interesse hanno suscitato negli studenti i racconti tratti da alcune cronache del tempo, nelle quali si ricordava che il duca stesso, oltre a promuovere spettacoli di vario genere, partecipava mascherato a balli, scherzi ed altri divertimenti. A tal proposito, il carnevale di Ferrara che si terrà da giovedì a domenica rappresenta un unicum perché, oltre agli aspetti consueti della festa, forse più di altri lega il divertimento ai fasti del Rinascimento, periodo in cui la città, sede della corte estense, divenne una delle più importanti capitali europee della cultura. Il personaggio chiave su cui si incardinano molte degli eventi e degli spettacoli previsti è il duca Ercole I d'Este.

Informazioni aggiuntive

Letto 998 volte