Domenica, 03 Marzo 2013 00:00

Oggi il saluto della città al nuovo vescovo Negri

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 03/03/2013  ed. Nazionale  p. 13  

Arriva al casello di Ferrara Sud alle 15, poi trasferimento a S. Giorgio e in Duomo La diocesi gli ha regalato l'arredamento di una stanza del palazzo vescovile

Manca solo la sicurezza di avere una giornata con il sole e poi tutto è pronto per ricevere oggi il nuovo arcivescovo mons Luigi Negri. Il cerimoniere don Marco Bezzi, il vice e segretario del Comitato d'accoglienza Emanuele Pirani e tutto lo staff organizzativo hanno messo a punto ogni particolare dei tre importanti momenti che caratterizzeranno l'arrivo del prelato : il primo saluto al casello di Ferrara Sud intorno alle 15, la sosta alla basilica di san Giorgio alle 15.15 ed infine alle 17 in Cattedrale per la celebrazione solenne della Santa Messa. Spetterà al delegato ad omnia monsignor Antonio Grandini dare il "Benvenuto" al vescovo insieme ai parroci della zona don Marino Vincenzi di S. Martino e don Umberto Poli di Chiesuol del Fosso; qui dopo un breve momento di preghiera, di benedizione e del bacio della "terra che gli è stata affidata" l'arcivescovo scortato dalla polizia stradale, municipale e dalla Digos si dirigerà a S. Giorgio per essere accolto dal sindaco, dal prefetto, dalla presidente della Provincia e da altre autorità civili e militari mentre gli sbandieratori e le chiarine della contrada faranno da cornice. Sul sagrato di quello che fu originariamente il primo duomo di Ferrara è stato preparato il palco sul quale salirà per il momento istituzionale, dopo essere entrato in chiesa, salutato il padre Giacomo Ferrari ed i suoi confratelli, pregato sulle reliquie di San Maurelio ed incontrati i giovani. La partenza per la Cattedrale è prevista intorno alle 16.20; si formerà un piccolo corteo di automobili che si dirigerà in piazzetta Savonarola da dove le autorità raggiungeranno a piedi il duomo mentre monsignor Negri con il suo seguito religioso formato da cardinali, vescovi, sacerdoti ed una delegazione proveniente da S. Marino entrerà nel cortile del Palazzo Arcivescovile per poi salire nella cappella privata ed indossare i sacri paramenti. Intorno alle 16.45 scenderà, si formerà una processione che dall'episcopio si dirigerà alla Cattedrale percorrendo corso Martiri della Libertà addobbata a festa. Le chiarine dell'Ente Palio annunceranno con le loro note squillanti l'ingresso dell'arcivescovo in chiesa suddivisa in settori e naturalmente davanti ci saranno le autorità. La cerimonia terminerà intorno alle 19, ma sarà ripresa da diversi schermi posizionati sia all'interno che all'esterno; quindi si formerà di nuovo la processione verso l'episcopio dove si congederà dalle autorità. Come è consuetudine l'alloggio dell'arcivescovo è stato completamente imbiancato e come regalo di benvenuto la Diocesi lo ha arredato, mentre a monsignor Paolo Rabitti che si ritirerà nella casa dei nonni nel Reggiano sarà donato il Libro Pontificale dove sono raccolte tutte le sue meditazioni. Margherita Goberti

Informazioni aggiuntive

Letto 930 volte