Sabato, 02 Marzo 2013 00:00

La primavera fa rivivere la storia: le contrade omaggiano il Duca

Articolo tratto da: QN - Il Resto del Carlino del 02/03/2013  ed. Ferrara  p. 10  

CON l'approssimarsi della primavera ricominciano le manifestazioni legate alla tradizione del Palio. Quello di Ferrara è il Palio più antico del mondo. Tutti quelli che amano la Storia e la scoperta delle consuetidini antiche sono invitati alle attività che culmineranno nelle gare per l'assegnazione dei Palii che si corrono nell'ultima domenica di maggio. È la Storia stessa che consegna al Palio di Ferrara il primato di essere il più antico del mondo: nel 1259, infatti, per festeggiare Azzo VII 'Novello d'Este', marchese della città, vittorioso su Ezzelino da Romano a Cassano d'Adda, si corse il primo Palio della storia di Ferrara. Nel 1279 - 20 anni più tardi - fu deciso di inserire il Palio fra le attività ufficiali della comunità, dettandone le regole negli Statuti della città. Le corse si disputarono fino al 1600. Le gare ripresero solo nel 1933 e, con la pausa legata alle guerre, hanno animato la vita della città sino ad oggi. L'EDIZIONE 'moderna' del Palio si corre stabilmente l'ultima domenica di maggio, in memoria della straordinaria edizione del 1471, per festeggiare l'allora Marchese Borso d'Este allorché ricevette da Papa Paolo II l'investitura a primo Duca di Ferrara. Proprio al Duca Borso e alla sua Corte sono dedicate la manifestazioni rievocative che allietano le domeniche di primavera a Ferrara. Da marzo a maggio, infatti, le otto Contrade di Ferrara si alternano ogni domenica nel cortile del Castello Estense per offrire ai nobili di Casa d'Este gli Omaggi al Duca, spettacoli inediti ed originali di arte, teatro, spettacolo e ricerca storica. Si iniziarà da domenica 10 marzo alle 11.30 con il borgo San Giovanni e si chiuderà con il rione Santo Spirito mercoledì 1 maggio.

Informazioni aggiuntive

Letto 1069 volte