Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 05/02/2013  ed. Nazionale  p. 29  

Si è concentrata soprattutto sul periodo del Rinascimento a Ferrara e, in particolare sulle tradizioni del carnevale estense, la conversazione rivolta nei giorni scorsi da Francesco Scafuri (nella foto) ad alcune classi dell'Istituto alberghiero "Orio Vergani". Intento dell'incontro, inserito nell'ambito di una serie di iniziative didattiche organizzate dall'Istituto scolastico in collaborazione con il Comune di Ferrara, era quello di illustrare agli studenti i principali aspetti della tradizione carnevalesca a Ferrara nel periodo rinascimentale, con particolare riferimento al periodo della seconda metà del XV secolo, quando la città, sede della corte estense, divenne una delle più importanti capitali europee della cultura. Il responsabile dell'Ufficio ricerche storiche del Comune si è soffermato, fra l'altro, sulla figura del duca Ercole I d'Este, grazie al quale le feste carnevalesche cittadine si arricchirono di grandi spettacoli e tornei ma, soprattutto, di celebri rappresentazioni teatrali alla riscoperta dei testi di Plauto. Particolare interesse hanno suscitato negli studenti i racconti tratti da alcune cronache del tempo, nelle quali si ricordava che il duca stesso, oltre a promuovere spettacoli di vario genere, partecipava mascherato a balli, scherzi ed altri divertimenti. A tal proposito, il carnevale di Ferrara che si terrà da giovedì a domenica rappresenta un unicum perché, oltre agli aspetti consueti della festa, forse più di altri lega il divertimento ai fasti del Rinascimento, periodo in cui la città, sede della corte estense, divenne una delle più importanti capitali europee della cultura. Il personaggio chiave su cui si incardinano molte degli eventi e degli spettacoli previsti è il duca Ercole I d'Este.
Martedì, 05 Febbraio 2013 00:00

Il Carnevale rinascimentale esplora il Castello

Articolo tratto da: Estense.com del 05/02/2013    

5 febbraio 2013 Per l'occasione accesso gratuito, ma saranno disponibili anche visite guidate con ItinerandoSabato 9 e domenica 10 febbraio prossimi sarà Carnevale rinascimentale in Castello Estense. Per l'occasione l'accesso sarà gratuito per il pubblico ed è stato predisposto un servizio di visite guidate a pagamento, curato da Itinerando. Le partenze saranno ogni mezz'ora a partire dalle 10.30 fino alle 12, con ripresa alle 14.30 a cadenza ogni trenta minuti fino alle 16. Le visite dureranno circa un'ora e il costo d'ingresso sarà di 5 euro per gli adulti e 3 per i più piccoli. Per partecipare è sufficiente presentarsi alla biglietteria del Castello, nel cortile d'onore del monumento simbolo di Ferrara, dieci minuti prima della partenza. Per informazioni chiamare lo 0532.299233/299338, oppure contattare l'e-mail itinerando@provincia.fe.it
Articolo tratto da: Estense.com del 05/02/2013    

5 febbraio 2013 L'intento era di illustrare la tradizione carnevalesca quando Ferrara era la capitale europea della cultura Si è concentrata soprattutto sul periodo del Rinascimento a Ferrara, e in particolare sulle tradizioni del carnevale estense, la conversazione rivolta nei giorni scorsi da Francesco Scafuri ad alcune classi dell'Istituto alberghiero Orio Vergani. Intento dell'incontro, inserito nell'ambito di una serie di iniziative didattiche organizzate dall'Istituto scolastico in collaborazione con il Comune di Ferrara, era quello di illustrare agli studenti i principali aspetti della tradizione carnevalesca a Ferrara nel periodo rinascimentale, con particolare riferimento al periodo della seconda metà del XV secolo, quando la città, sede della corte estense, divenne una delle più importanti capitali europee della cultura. Il responsabile dell'Ufficio ricerche storiche del Comune si è soffermato, tra l'altro, sulla figura del duca Ercole I d'Este, grazie al quale le feste carnevalesche cittadine si arricchirono di grandi spettacoli e tornei, ma soprattutto di celebri rappresentazioni teatrali alla riscoperta dei testi di Plauto. Particolare interesse hanno suscitato negli studenti i racconti tratti da alcune cronache del tempo, dove si ricordava che il duca stesso, oltre a promuovere spettacoli di vario genere, partecipava mascherato a balli, scherzi ed altri divertimenti. 
Martedì, 05 Febbraio 2013 00:00

Carnevale Rinascimentale a Ferrara: countdown


Telestense del 05/02/2013  
 

4 feb 2013 Ferrara si prepara a festeggiare il Carnevale con le maschere , i balli, le feste di popolo che lo videro nascere 500 anni fa. Sarà una grande festa in costume con cavalieri, dame, giochi di piazza,e saltimbanchi, danze rinascimentali e un grande falò finale in piazza Castello. Telestense che dedicherà all'evento di sabato pomeriggio collegamenti nei suoi tg pomeridiani e una lunga diretta sul canale 188 che inizia la nuova programmazione di TeleFerraraLive, il nuovo canale tematico dedicato all'arte, agli spettacoli, al turismo, alla creatività economica e culturale di un territorio unico, sito Unesco, patrimonio dell'umanità La festa in maschera avrà inizio il pomeriggio di sabato 9 febbraio, alle 16, quando le contrade del Palio e la Corte Ducale, sfilando per le vie del centro, arriveranno in piazza Cattedrale, da cui confluiranno in piazzetta Municipale dove spettacoli di fuoco, di danze e di giochi di bandiere e duelli armati accoglieranno visitatori turisti e cittadini fino al momento clou, quando il duca Ercole e la sua corte di dignitari, preceduti dallo squillo di chiarine, scenderanno lo scalone monumentale per dare inizio, con l'editto d'apertura, alla festa in maschera. Un carnevale speciale quello che si annuncia per sabato prossimo, che vedrà la città fare un tuffo nel suo passato: un mercato storico in piazza Savonarola, i colpi di cannone e le danze popolari in piazza Castello, la rievocazione nel cortile del Castello Estense di un episodio storico legato al carnevale del 1483, che vedrà come protagonisti lo stesso duca Ercole, la figlia Lucrezia, la duchessa Eleonora e altri personaggi della corte estense. Quindi intermezzi danzati e una singolare disfida di facezie letterarie animeranno ulteriormente lo spettacolo, che si concluderà nel turbinio di un ballo circolare attorno al falò in piazza Castello. Alla sera la messa in scena dell'aulularia di Plauto in sala estense e un grande banchetto rinascimentale a partire dalle ore 20.00 a Palazzo Roverella accompagnaoa da spettacoli dell'epoca, come da tradizione dei grandi banchetti voluti dalla Corte Estense ( costo per partecipante euro 65,00, è necessaria la prenotazione: 340 2833970 / 347 8920279). 
Articolo tratto da: QN - Il Resto del Carlino del 02/02/2013  ed. Ferrara  p. 10  

UN RITORNO al passato: fastoso, scenografico e sopratutto gustoso. Si svolgerà sabato 9 dalle 20,30 al circolo Negozianti (a Palazzo Roverella) la cena rinascimentale, ideata e promossa dalla Pro Loco Ferrara nell'ambito del Carnevale Rinascimentale (dal 7 al 10 febbraio) che ricrea atmosfere, ambientazioni, concerti, giochi e sapori della raffinata Corte Ducale Estense. Una rievocazione storica ed enogastronomica che valorizzerà i prodotti del territorio: dal riso di Jolanda all'aglio di Voghiera per finire alla frutta del territorio (mele e pere), senza dimenticare salumi tipici, cacciagione e la coppietta di pane. Nel menù spiccheranno il pasticcio di maccheroni, i cappellacci e altre specialità sfiziose. La Fipe Ascom appoggia e promuove l'evento. Per informazioni 340.2833970: la cena avrà un costo di 65 euro a testa al quale, chi vorrà davvero tuffarsi nello sfarzoso passato, potrà aggiungerà il noleggio, a pagamento, del costume.
Giovedì, 31 Gennaio 2013 00:00

Tutti in maschera per il carnevale

Articolo tratto da: Telestense del 01/02/2013    

31 gen 2013 Il centro storico di Ferrara, con le sue vie, piazze e palazzi si candida a capitale del Rinascimento, almeno per quattro giorni, da giovedì 7 a domenica 10 febbraio 2013. Sono le date infatti, in cui va in scena quello che possiamo definire un autentico e straordinario palcoscenico all'aperto, il Carnevale Rinascimentale, nato con il sostegno dell'Amministrazione Comunale ed una serie imponente e importante di collaborazioni, dalla Pro Loco Ferrara al Palio, a tante altre associazioni che hanno offerto il proprio contributo. Giornata clou dell'evento, sabato 9 febbraio che coincide con l'avvio di Teleferrara Live, sul canale 188, per incontrare da vicino, l'arte, la cultura, gli eventi, il passato ed il presente di una città patrimonio dell'umanità. Si comincia alle 16 con spettacoli di danza, giochi d'armi e di fuoco e le esibizioni degli sbandieratori. Alla 17, in piazza Municipale, l'apertura ufficiale del Carnevale con la lettura dell'editto e successivamente, la Corte Ducale, i nobili e il Duca, insieme a musici e sbandieratori, si dirigeranno in Corteo verso piazza Castello, dove verranno accolti da alcuni colpi di cannone. Qui le Contrade e la Corte Ducale del Palio di Ferrara, attraverso scherzi e danze, ricreeranno l'atmosfera della tradizione carnevalesca ed inoltre rappresenteranno uno spettacolo che rievocherà una delle feste di Carnevale, più famose, voluta da Ercole I d'Este, nella seconda metà del XV secolo. Da segnalare che dalle 15 alle 17, la Sale dell'Imbarcadero ospiteranno dei laboratori gratuiti per tutti coloro che, dai 5 ai 99 anni, vorranno cimentarsi con la realizzazione di maschere e costumi con materiali di recupero. In serata, alle 20, Banchetto a Corte a Palazzo Roverella, accompagnato da danze, musiche, racconti e da uno spettacolo ed alle 21, alla Sala Estense, la Compagnia del Vado, mette in scena l'Aulularia di Plauto. Per tutta la giornata, sono poi previsti altri appuntamenti, dalle visite guidate al Museo Archeologico, l'ingresso gratuito nei musei, il mercatino storico e molto altro, comprese le sorprese che regaleranno con ironia e un pizzico di satira, i goliardi dell'associazione studentesca universitaria "Afu de li 4S". Il Carnevale Rinascimentale potrà essere seguito in diretta sul canale 188 di TeleferraraLive con ampie finestre anche su Telestense. 
Giovedì, 31 Gennaio 2013 00:00

Un 2013 ricco di appuntamenti a Ferrara

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 31/01/2013  ed. Nazionale  p. 23  

Il calendario degli eventi in città e sulla costa tra mostre, incontri culturali e all'insegna del divertimento

Tra le tante peculiarità che ha Ferrara in campo nazionale e internazionale c'è senza dubbio quella di essere una città d'arte e di cultura. Nel corso dell'anno ci sono numerose manifestazioni capaci di intercettare pubblici diversi per provenienza geografica e per interessi. Ferrara si caratterizza per una programmazione incentrata sulla compenetrazione fra eventi e manifestazioni artistiche di qualità, strettamente legate al tessuto urbano del centro storico, proclamato dall'Unesco "patrimonio mondiale dell'umanità". Gli eventi sismici che purtroppo hanno interessato il nostro territorio il 20 e 29 maggio 2012 hanno arrecato ferite e lesioni all'affascinante "cornice" rinascimentale che racchiude le decine di appuntamenti che scandiscono la vita culturale in città, ma non hanno determinato alcun blocco delle iniziative previste. Ferrara quindi rilancia: vediamo quindi nel dettaglio quali sono gli eventi principali che andranno in scena in città nel 2013. Iniziamo la nostra rassegna dalle esposizioni a Palazzo dei Diamanti: dopo la chiusura nelle settimane scorse della mostra "Boldini, Previati e De Pisis. Due secoli di grande arte a Ferrara" sono due le mostre che caratterizzeranno il 2013. Ci saranno dal 10 marzo al 9 giugno la mostra "Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti", atteso progetto di approfondimento sugli intrecci fra l'arte cinematografica del celebre regista ferrarese e le arti visive. E non è tutto: dal 14 settembre 2013 al 6 gennaio 2014 c'è la mostra dedicata a Francisco de Zurbarán, uno dei massimi pittori del Seicento spagnolo. E' ricco il programma nel periodo primaverile: il Salone dell'Arte e del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, dal 20 al 23 marzo, incentrato sulla principale risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza; la Vulandra, ad aprile, che richiama centinaia di aquilonisti da tutto il mondo, in una rassegna - nel 2013 alla sua trentaquattresima edizione - che coniuga elementi ludici, creazione artistica e stupore infantile; la Festa del Libro Ebraico in Italia, sempre ad aprile, giunta alla sua quarta edizione, che mescola - in una formula di grande fascino e suggestione - incontri con gli autori e spettacoli musicali e teatrali che aprono squarci inediti per la conoscenza della millenaria cultura del popolo ebraico; il Palio di Ferrara, istituito nel 1279 e quindi il più antico nel mondo, sempre nel mese di maggio, che nel 2012 grazie alla partecipazione attiva delle altre comunità storiche del palio in Italia è stata l'occasione per presentare molti progetti di solidarietà legati alle vittime del terremoto. E non mancherà anche quest'anno il passaggio storico delle auto della Mille Miglia. Il periodo estivo sarà caratterizzato dalle manifestazioni Ferrara Sotto le Stelle e Ferrara Buskers Festival. Nato nel 1996 e ben presto riconosciuto come uno dei festival estivi più qualificati in Italia, Ferrara Sotto le Stelle tornerà nuovamente a presentare nei mesi di giugno e luglio, nella splendida cornice di Piazza Castello, un ricco calendario di appuntamenti, che spaziano all'interno di tutta la musica contemporanea, senza alcuna restrizione di genere, unendo nomi di riconosciuto prestigio e giovani autori di talento, intrattenimento di livello e piacevoli scoperte, grande spettacolo e ricerca, per proporre uno spaccato musicale estremamente vario, ma sempre di altissima qualità. Il Ferrara Buskers Festival, nato nel 1988, con le sue 800.000 presenze è la più grande manifestazione al mondo dedicata all'arte di strada. Per i numerosi spettatori, provenienti da tutta Italia e, in misura significativa anche dall'estero, il festival, che si svolge nell'ultima settimana di agosto, è un entusiasmante giro intorno al mondo alla ricerca di sonorità familiari ed esotiche, un'appassionante caccia al tesoro per scoprire gli strumenti più originali, le performance più fantasiose, i costumi più appariscenti. Da non dimenticare poi nel periodo autunnale i festival Ferrara Balloons ed Internazionale a Ferrara. Il Ferrara Balloons Festival, che viene organizzato nel mese di settembre, è il più importante festival delle mongolfiere in Italia e uno dei più prestigiosi in Europa. Include manifestazioni aerostatiche, sportive, culturali e di spettacolo, incontri ed animazioni, nella splendida cornice del parco urbano "Giorgio Bassani", a due passi dal centro storico. Internazionale a Ferrara, dal 4 al 6 ottobre 2013 trasforma per tre giorni Ferrara nella pulsante redazione di giornale da cui la rassegna prende il nome, dove incontrare giornalisti, scrittori ed opinionisti e confrontarsi con loro sugli scenari politici, sociali, culturali ed economici del mondo in cui viviamo. I teatri, le piazze, gli edifici storici e gli angoli più suggestivi del centro storico, diventano così i luoghi e i fondali naturali per la condivisione delle notizie e delle conoscenze, per "sfogliare dal vivo" la rivista, e per disegnare percorsi che traducano le esperienze globali in ambiti locali e viceversa. Citazione e spazio particolare meritano poi gli eventi al teatro comunale con le stagioni di prosa, danza e lirica e molto altro. Senza tralasciare gli eventi di Ferrara Musica. E ancora sono tanti gli appuntamenti al quartiere fieristico con tante iniziative tra cui da sottolineare c'è il Misen che porta in fiera tutte le sagre. E non vanno dimenticati nemmeno i tanti eventi in provincia con numerose sagre e fiere in quasi ogni paese che celebrano i prodotti tipici, gli eventi della Primavera Slow e certamente non ultimo il Carnevale di Cento. E proprio da questo evento inizia il nostro viaggio tra le manifestazioni che caratterizzano il 2013 a Ferrara.
Giovedì, 31 Gennaio 2013 00:00

Tornano i fasti del Carnevale Rinascimentale

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 31/01/2013  ed. Nazionale  p. 30  

Torna quest'anno a Ferrara il Carnevale Rinascimentale. Da giovedì 7 a domenica 10 febbraio grazie alla rievocazione storica del Carnevale che gli Estensi usavano celebrare nel Rinascimento, si darà vita ad una serie di iniziative nel centro della città: feste in costume nei palazzi storici, cortei dei figuranti delle Contrade del Palio, spettacoli di piazza, giochi di fuoco e di abilità, danze rinascimentali, concerti, banchetti, cene rinascimentali e rappresentazioni teatrali. Le vetrine dei negozi saranno addobbate a tema carnevalesco. Le escursioni culturali, le visite guidate e le animazioni in costume costituiranno un momento importante per illustrare in modo piacevole l'incantevole centro storico patrimonio Unesco e l'occasione per far rivivere i fasti di Ferrara, in particolare ai tempi di Ercole I d'Este (duca dal 1471 al 1505). Tra gli eventi clou da segnalare ci sono sicuramente sabato 9 febbraio alle 17 in piazza Municipale l'apertura ufficiale del Carnevale con la lettura dell'editto da parte del duca Ercole I d'Este. La corte ducale, i nobili e il duca insieme a musici e sbandieratori si dirigeranno in corteo verso piazza Castello. Alle 17.30 nel Cortile del Castello cannoni dell'epoca estense spareranno alcuni colpi a salve e nobili e popolani mascherati ricreeranno l'atmosfera delle tradizioni carnevalesche, mettendo in scena scherzi e danze; sarà rappresentato uno spettacolo che rievocherà una delle più famose feste di Carnevale, voluta da Ercole I d'Este. Domenica 10 febbraio alle 9.30 e alle 15 da Piazza Municipale "Alla scoperta dei luoghi teatrali estensi" visite guidate gratuite ai luoghi teatrali del Rinascimento ferrarese con letture di cronache del periodo. Dalle 11 in Sala degli Stemmi (Castello Estense) concerto di musica rinascimentale estense "O triumphale diamante", una festa alla Corte di Ercole I°d'Este.
Articolo tratto da: Telestense del 31/01/2013    

30 gen 2013 In scena il 9 febbraio alle 21 alla Sala Estense l'Aulularia di Plauto: per la compagnia del Vado. Dopo lo Spaccone del Miles, messo in scena lo scorso anno, la Compagnia del Vado si cimenterà il 9 febbraio a Ferrara, in Sala Estense, nell'Aulularia di Plauto, commedia di assoluto divertimento, tutta giocata sui giochi di parole, che ha come protagonista il vecchio Euclione, un Avaro, che conduce una vita miserevole pur essendo in possesso di un tesoro, cioè una pentola di monete d'oro. Dominato da questa ossessione l'avaro euclione trascurare anche la figlia Fedria, che vive segretamente il dramma di aspettare un figlio senza sapere chi è il padre. una trama piena di sorprese, di cui , naturalmente non vi anticipiamo il finale. Lo spettacolo rappresenta uno dei momenti più attesi del Carnevale Rinascimentale che avrà a Ferrara la sua prima edizione dal 7 al 10 febbraio. Sarà uno degli appuntamenti clou del Carnevale Rinascimentale. Il 9 febbraio alle 21 alla Sala Estense la Compagnia del Vado si presenterà al pubblico con una nuova commedia plautina, l'Aulularia, imperniata sulla figura dell'avaro Euclione. Costituita da attori dilettanti, la Compagnia del Vado ha alle spalle già tredici anni di attività, ma soprattutto, come ci dice lo storico della compagnia, Aldo Rizzoni, l'attività, molto più complessa, messa in scena ogni anno per la cerimonia del giuramento delle contrade davanti al duca, che si tiene a fine maggio sulla spianata del Castello Estense. Ieri sera Telestense è andata a Casa di Stella dell'Assassino, attuale sede della Contrada di S. Maria in Vado, a sbirciare i preparativi e le prove. C'era un gran freddo e i bravissimi attori, benché abbiano dovuto recitare piuttosto infagottati, hanno saputo dare prova della loro bravura. Un'abilità drammaturgica, piuttosto rara in attori dilettanti, che da tredici anni si cimentano con le difficoltà del teatro rinascimentale, ma, soprattutto, come hanno simpaticamente confessato, divertendosi.
Lunedì, 28 Gennaio 2013 00:00

In maschera alla corte degli Este

Articolo tratto da: Estense.com del 28/01/2013    

26 gennaio 2013 Presentato il programma del "Carnevale Rinascimentale a Ferrara" Questa mattina presso la Sala degli Arazzi del Municipio è stato presentato il programma del "Carnevale Rinascimentale a Ferrara", una serie di iniziative organizzate dall'Amministrazione comunale in collaborazione con diverse istituzioni e associazioni del territorio che si terranno a Ferrara dal 7 al 10 febbraio. Il calendario dell'evento si presenta ricco di iniziative: già a partire da giovedì 7 febbraio sarà possibile partecipare a banchetti, danze e giochi presso alcuni palazzi storici della città, ma il programma entrerà nel vivo soprattutto nel il weekend. Il pomeriggio di sabato 9 si aprirà la festa in maschera con spettacoli, giochi d'armi e di fuoco, sbandieratori; un folto corteo alle 17 si ritroverà in Piazza Municipale dove la rievocazione dello storico carnevale, voluto dal Duca Ercole I d'Este già dal 1473, darà l'inizio ufficiale al carnevale. Nel primo pomeriggio sarà anche aperto ai bambini un laboratorio creativo gratuito per la costruzione di maschere e costumi con materiali di riciclo. Alle 21 l'appuntamento sarà, invece, in Sala Estense dove avrà luogo la rappresentazione della commedia "Aulularia" di Tito Maccio Plauto a cui sarà possibile assistere gratuitamente, negli intramezzi saranno anche proposte danze rinascimentali. Nella giornata di domenica 10 sarà possibile partecipare a visite guidate ai luoghi teatrali del Rinascimento estense (alle ore 9:30 e dalle 15), alle 11 presso la Sala degli Stemmi del Castello avrà luogo il concerto di musica rinascimentale. Durante queste due giornate le associazioni e gli esercizi aderenti organizzeranno aperitivi e cene a tema, le vetrine verranno addobbate a tema carnevalesco, sarà allestito in Piazza Savonarola un mercatino storico con oggetti artigianali; i musei cittadini e il Castello Estense saranno visitabili gratuitamente, il Museo Archeologico offrirà delle visite guidate (alle ore 10 e alle 15). Questo evento presenta un calendario molto vario, reso possibile da una sinergia e da una forte collaborazione da parte di tutti i partecipanti. E' solo la prima edizione, ma la vasta offerta di iniziative fa ben sperare che il "Carnevale Rinascimentale a Ferrara" diventi una manifestazione fissa del calendario ufficiale degli eventi ferraresi in modo da ampliare l'offerta concentrata in altri periodi dell'anno e rimarcare il radicamento della città alla sua storia rinascimentale e alla sua antica fama di "capitale del teatro".
Pagina 6 di 7