Rassegna Stampa

Rassegna Stampa (67)

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 26/01/2013  ed. Nazionale  p. 54  

7-10 febbraio

«La rievocazione del Carnevale Rinascimentale a Ferrara previsto dal 7 al 10 febbraio, è un nuovo progetto a cui il Comune ha creduto subito - ha spiegato ieri il vicesindaco Massimo Maisto - e che ha visto l'immediata ed entusiasta partecipazione di moltissime associazioni, così da dare grande visibilità alla città attraverso la sua storia». Un evento che per la sua collocazione temporale in un periodo in cui non vi sono grandi manifestazioni, rappresenta un'ottima occasione per incentivare l'economia ed il turismo locale. Concorda l'assessore Carlotta Gaiani della Provincia che, aderendo all'iniziativa, sosterrà l'onere della comunicazione e diffusione del ricco programma di appuntamenti, nonché dell'apertura gratuita del Castello Estense, sabato 9 e domenica 10, di laboratori per i bambini nelle sale dell'Imbarcadero e del concerto domenicale nella sala degli Stemmi. «Un momento importante promosso dal Comune - ha ricordato Francesco Scafuri - col contributo di Università, Camera di Commercio, Bal'Danza, Ferrariae Decus, la collaborazione di Ente Palio, Pro Loco , Cna, Confartigianato, Confesercenti, Ascom, degli alberghi con i loro pacchetti turistici, delle attività commerciali che decoreranno le vetrine con abiti d'epoca e dei ristoranti che proporranno le specialità dei piatti rinascimentali». Tutto grazie a un'organizzazione che ha trascurato nulla, dal mercatino con 24 stand di prodotti rigorosamente controllati, al teatro, alla musica e tanta allegria. Sono previsti banchetti, danze e giochi in abiti d'epoca in alcuni palazzi della città (per informazioni e noleggio costumi tel. 340 8920279), mentre l'apertura ufficiale sarà sabato 9 alle 16 con la festa in maschera in centro storico. Alle 17 in piazza Municipale seguirà la lettura da parte del duca Ercole I dell'Editto del Carnevale e da qui partirà il corteo con la partecipazione di tutte le Contrade, per dirigersi in Castello dove si terrà uno spettacolo rievocativo. Alle 21 in Sala Estense "Aulularia" di Plauto con la Compagnia del Vado. Domenica 10, dalle 9.30 alle 15, si andrà alla scoperta dei luoghi teatrali estensi, percorsi studiati dall'Università. Alle 11 in Castello "O triuphale diamante", concerto con l'Ensemble Bal'Danza. «Abbiamo dimostrato con questo programma di mantenere alto il livello della città - hanno concluso gli assessori Modonesi e Marescotti -, soprattutto con il coinvolgimento di tante realtà e con un contributo minimo da parte del Comune di soli 4-5000 euro, messi a disposizione dalla Regione». Margherita Goberti
Sabato, 26 Gennaio 2013 00:00

Il Carnevale a Ferrara è Rinascimentale

Articolo tratto da: Telestense del 26/01/2013    

Si annuncia come una festa corale della città la prima edizione del Carnevale Rinascimentale, che dal 7 al 10 febbraio vedrà il centro storico di Ferrara assumere l'aspetto di una grande festa in costume, animata da cortei, spettacoli, balletti, musica, feste, danze, giochi d'armi e di fuoco, nelle vie piazzi e palazzi della città. Questa mattina in Sala Arazzi in Municipio la presentazione alla presenza del vicesindaco Massimo Maisto, degli assessori del comune estense, Deanna Marescotti e Aldo Modonesi, con l'assessore della provincia di Ferrara, Carlotta Gaiani, i rappresentanti delle associazioni Confesercenti e Ascom del centro storico, le associazioni culturali come Bald'anza, Ferrariae Decus, Fidapa, i goliardi dell'ateneo estense, l'università, che con il Comune di Ferrara, l'ente Palio e la Proloco promuovono l'iniziativa. Presenti anche tutti gli altri partners che in vario modo collaborano. alle manifestazioni. carnavale-rinasc-pp Telestense per l'occasione inaugurerà il 9 febbraio il nuovo canale tematico Tele Ferrara Live, che trasmetterà in diretta sul 188 del digitale terrestre la rievocazione storica realizzata dalle Contrade del Palio e dalla Corte Ducale. Potete leggere il programma integrale del Carnevale sul sito di Comune e Provincia di Ferrara e naturalmente sul sito di Telestense. Dopo quasi seicento anni tornano in vita i Carnevali Estensi nella raffinata cornice della città di Ferrara, una delle capitali del Rinascimento italiano, oggi sito Unesco patrimonio dell'umanità, ma soprattutto città votata alla bellezza e al culto delle tradizioni, da cui traggono origine i numerosi eventi su cui la città fa leva per tener fede alla propria vocazione di città d'arte e di cultura, luogo di attrazione turistica e di un'economia fondata sulla creatività. Tra feste in costume nei palazzi storici, cortei dei figuranti delle Contrade del Palio, spettacoli di piazza, giochi di fuoco e di abilità, danze e musica rinascimentali, concerti, banchetti, cene rinascimentali e divertenti rappresentazioni teatrali, ferraresi e turisti potranno riscoprire i luoghi dove ebbe origine il teatro moderno alla fine del '400, visitare musei gratuitamente, rivivere in maschera le antiche feste di popolo e di corte. Nell'occasione le vetrine dei negozi saranno addobbate a tema Carnevalesco. Personaggio simbolo del carnevale sarà, naturalmente il duca Ercole I d'Este , che il 9 febbraio aprirà ufficialmente il carnevale autorizzando, come da tradizione, i cittadini, allora sudditi, ad indossare le maschere.
Articolo tratto da: Telestense del 24/01/2013    

23 gen 2013 La sua vocazione è la cultura. E' la sfida che, sul canale 188, lancia da sabato 9 febbraio 2013, Teleferraralive, la nuova emittente del gruppo Telestense, che ci farà incontrare, da vicino, l'arte, la cultura, gli eventi, il passato e il presente di una città, Ferrara, patrimonio dell'umanità. L'avvio di Teleferraralive, coincide con la giornata clou del Carnevale Rinascimentale, che la Pro Loco di Ferrara, ha promosso da giovedì 7 a domenica 10 febbraio, un invito a mascherarsi per vivere appieno l'atmosfera e i fasti della Corte Estense. Nel corso del pomeriggio di sabato 9, sono previsti diversi collegamenti, in "diretta", con il Centro Storico e con alcuni tra i palazzi più ricchi di memorie storiche, per seguire l'apertura ufficiale del Carnevale, la sua rievocazione storica, i laboratori creativi gratuiti per i bambini, il mercatino storico e ancora i menù rinascimentali, la cena accompagnata da spettacoli dell'epoca ed il teatro, con la Compagnia del Vado che, alle 21, metterà in scena, sul palcoscenico della Sala Estense, l"Aulularia", un testo divertentissimo firmato da Tito Maccio Plauto. Le immagini andranno in onda sui canali di Teleferraralive e Telestense. Detto del Carnevale, sul canale 188, la vera novità per il pubblico, sarà poi possibile scoprire le mille iniziative delle associazioni, le risorse della formazione e della ricerca scientifica, l'innovazione nei diversi campi del sapere e della tecnologia, senza dimenticare le nuove professioni nel settore culturale artistico dei new media, la volontà di ripensare gli spazi di ieri e di oggi e poi i luoghi della musica, del cinema, la letteratura di una città ricca di fantasia e di memoria.
Lunedì, 21 Gennaio 2013 00:00

Carnevale a Ferrara nel segno degli Estensi

Articolo tratto da: Telestense del 21/01/2013    

18 gen 2013 Sarà l'Aulularia di Plauto a rievocare sabato nove febbraio a Ferrara, durante la seconda edizione del Carnevale Rinascimentale, la grande tradizione del teatro comico latino alla corte estense nel corso del '400. Sarà un carnevale all'insegna di maschere e costumi rinascimentali quello che si svolgerà dal 7 al 9 febbraio a Ferrara lungo le principali strade e nelle piazze del Centro storico, a partire da Piazza municipale, dove nel pomeriggio di sabato 9 febbraio convergeranno i cortei di cavalieri e dame delle otto contrade cittadine per dare vita alla Rievocazione del Carnevale Rinascimentale Estense, una grande festa in maschera aperta a tutti, nata con il coinvolgimento dell'intera città, Dall'ente Palio, al Comune di Ferrara, dalla Proloco Cittadina, all'università, al Centro Idea, ai commercianti del centro, dal settore Moda dell'Istituto Ipsia all'alberghiero Orio vergani, alle associazioni culturali come Baldanza, Fidapa, Ferrariae Decus ai Musei. "Sarà un carnevale che unirà grande tradizione di popolo e cultura del Rinascimento estense", racconta Francesco Scafuri, storico del Comune di Ferrara. "Tre giorni di festa in costume con spettacoli, danze esibizioni di musici e sbandieratori , giochi d'armi, di fuoco e di abilità, danze rinascimentali, concerti, banchetti, cene rinascimentali e divertenti rappresentazioni teatrali, ma anche vetrine in costume, addobbate a tema Carnevalesco, ingresso gratuito ai musei, interventi a sorpresa dei goliardi". Un divertente revival che si propone di attualizzare in epoca di globalizzazione la ferraresità di antiche tradizioni. 
Articolo tratto da: QN - Il Resto del Carlino del 17/01/2013  ed. Ferrara  p. 17  

IL CARNEVALE a Ferrara è anche sinonimo di cultura. Per questo in occasione del Carnevale Rinascimentale, promosso in città dall'Amministrazione comunale, i musei civici apriranno gratuitamente le proprie porte ai visitatori nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 febbraio. Coinvolti nell'iniziativa saranno in particolare la Palazzina di Marfisa d'Este, il Museo di Storia Naturale, il Museo del Risorgimento e della Resistenza e il Museo della Cattedrale. La manifestazione, in programma dal 7 (giovedì grasso) al 10 febbraio prossimi, proporrà una rievocazione storica del Carnevale estense, offrendo a ferraresi e turisti una serie di iniziative, tra cui feste in costume nei palazzi storici, cortei dei figuranti del Palio, spettacoli di piazza, giochi di fuoco e di abilità, danze rinascimentali, concerti, banchetti e rappresentazioni teatrali, alla riscoperta del teatro classico di Plauto. «Intento dell'iniziativa che coinvolge diversi partner istituzionali, istituti scolastici, associazioni culturali e di categoria - spiegano gli organizzatori - è quello di offrire alla città un'ulteriore occasione per favorire la conoscenza del proprio patrimonio storico, contribuendo anche alla promozione turistica delle proprie attrattive».
Giovedì, 10 Gennaio 2013 00:00

Ferrara come 500 anni fa

Articolo tratto da: Estense.com del 10/01/2013    

10 gennaio 2013 Banchetto in chiave rinascimentale: il cantiere Pro Loco Mercatini di antiquariato, una manifestazione florovivaistica da organizzare in maggio, a settembre la fiera dell'editoria locale. Sono tanti i progetti messi in cantiere dall'associazione Pro Loco Ferrara, che ieri sera ha aperto le porte del proprio consiglio all'interno della nuova sede di corso Porta Reno. "Da quando abbiamo inaugurato questo spazio, il 29 dicembre, sono state circa settanta le persone che ogni giorno sono entrate a chiederci consigli e informazioni sulla città", raccontano con soddisfazione gli associati prima di passare all'ordine del giorno. La manifestazione più vicina, per la quale è in atto un grande dispendio di forze e risorse, si terrà dal 7 al 9 febbraio: si tratta del Carnevale Rinascimentale. Ad essa parteciperanno, coordinate dall'amministrazione comunale, tantissime realtà imprenditoriali e culturali cittadine. "All'interno del programma collettivo proporremo a turisti e ferraresi due appuntamenti molto particolari - ha spiegato il presidente dell'associazione, Alessandro Gulinati -. Nel pomeriggio di martedì 7 allestiremo all'interno di Palazzo Pendaglia una festa pensata principalmente per le famiglie e i bambini, con tanti giochi, dolci tipici della tradizione carnevalesca e animazione. Nella serata di giovedì 9 invece una grande cena in costume, che si terrà presso Palazzo Roverella, sede del Circolo dei negozianti". Lo chef che per l'occasione si impegnerà ai fornelli è ancora top secret, si sa però che il menù sarà di ispirazione rinascimentale e completamente ferrarese. Verranno utilizzati prodotti tipici del territorio come il riso di Jolanda di Savoia, l'aglio di Voghiera, ingredienti classici come la zucca, le mele e le pere. Non mancherà il trionfo di pasticcio, fornito dalla ditta Beccati, già cardine della precedente edizione del Carnevale. Tutte le portate contribuiranno all'allestimento scenografico della serata. "Vogliamo seguire l'esempio di Francois Vatel, ripercorrere gli antichi fasti del banchetto" ha commentato la vicepresidente di Pro Loco, Susanna Tartari. Il costume d'epoca non sarà obbligatorio, ma vivamente consigliato per creare la giusta atmosfera, e l'associazione metterà a disposizione degli ospiti un servizio di noleggio. Alla serata inoltre parteciperanno numerose compagnie teatrali, chiamate a Ferrara da tutta Italia, che si impegneranno in spettacoli, giochi e danze. Il contributo da versare per partecipare alla festa di martedì sarà di 25 euro per gli adulti, 10 euro per i bambini; per la cena di giovedì sera invece sarà di 65 euro a persona. Il noleggio dell'abito e del copricapo rinascimentale sarà a disposizione al costo di 30 euro. "Particolari sconti saranno previsti per i tesserati Pro Loco, che in Italia sono oltre 400mila, e per chi vorrà partecipare ad entrambi gli eventi" ha precisato Susanna Tartari. Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero 3402833970.
Venerdì, 04 Gennaio 2013 00:00

GLI ESTENSI IN MASCHERA

Articolo tratto da: Bell'Italia del 04/01/2013 , articolo di Lara Leovino e Pietro Cozzi  N.321 - gennaio 2013  p. 32  

La città degli Estensi torna a far festa con i costumi e le maschere del suo Carnevale Rinascimentale. Eventi e rappresentazioni teatrali rievocano la Ferrara del secondo '400, alla corte di Èrcole I. L'appuntamento clou è il grande corteo in maschera tra palazzo Ducale e piazza Castello, con la partecipazione di tutte le contrade. INFO www.carnevaleferrara.it
Giovedì, 31 Gennaio 2013 00:00

Maggio è all'insegna del Palio storico

Articolo tratto da: La Nuova Ferrara del 31/01/2013  ed. Nazionale  p. 32  

Il corteo, le sfide nei giochi delle bandiere e nelle gare del 26 in piazza Ariostea animano la vita nelle contrade

La Mille Miglia anche nel 2013 farà tappa a Ferrara. Gli equipaggi della storica manifestazione che si svolgerà dal 16 al 19 maggio arrivano a Ferrara nella serata di giovedì 16 maggio e ripartiranno la mattina di venerdì 17 maggio, diretti a Ravenna. ÈIl tracciato della prossima edizione, come tutto ciò che riguarda la Freccia Rossa sarà un mix di tradizione e modernità: il richiamo al passato risiede nel desiderio da parte dell'organizzazione di rendere omaggio a Giannino Marzotto con l'inserimento di tracciati storici che lo hanno visto trionfare nel '50 e nel '53, ma anche in un forte radicamento nel presente con il passaggio, a forte valenza simbolica e con l'augurio di un futuro meno drammatico nelle zone che furono colpite dal terremoto proprio nelle notte fra il 19 e il 20 maggio 2012, poche ore dopo l'arrivo della Mille Miglia. Per maggiori informazioni sull'evento è a disposizione il sito internet www.1000migliaferrara.it.Dal 4 al 26 maggio 2013. Sono queste le date di riferimento per l'edizione di quest'anno del Palio di Ferrara. Un capitolo immortale della storia, un passato che riaffiora. Ieri come oggi e come domani, il Palio di Ferrara è il cuore pulsante dell'anima medievale e rinascimentale della città, uno specchio in cui Ferrara si riflette ogni anno celebrando il Palio indetto per festeggiare l'incoronazione di Borso d'Este. Per tutto il mese di maggio a Ferrara si svolgono manifestazioni storiche che riprendono usi e tradizioni radicate nella seconda metà del Quattrocento. La prima cerimonia si svolge nella Cattedrale il primo sabato del mese di maggio: è la benedizione dei Palii ed Offerta Dei Ceri. I quattro Palii (San Romano per la Corsa dei Putti; San Paolo per la Corsa delle Putte, San Maurelio per la Corsa delle Asine e San Giorgio per la Corsa dei Cavalli), vengono benedetti dall'arcivescovo dell'arcidiocesi di Ferrara e Comacchio. Nel Duomo a partire dalle 21 si riuniscono, precedute dalla corte ducale, le otto contrade che provengono dalle loro sedi sfilando in imponenti cortei formati da musici, sbandieratori, dame, cavalieri, paggi ed armigeri. La prima domenica del mese di maggio in Piazza Municipale, nel corso dell'intera giornata, è la volta dei "Giochi Giovanili delle Bandiere Estensi", i giovanissimi Sbandieratori delle otto Contrade, divisi per fasce d'età, si contendono i prestigiosi titoli in Palio. La prima fascia vede impegnati ragazzi da 8 a 11 anni. La seconda fascia ragazzi da 12 a 13 anni, la terza fascia ragazzi di 14 e 15 anni. Le specialità in gara sono: Singolo Tradizionale, Coppia Tradizionale, Piccola Squadra, Grande Squadra e le Gare Musici di Piccola e Grande Squadra. La terza manifestazione si svolge nella settimana successiva, il terzo week-end del mese di maggio. Il sabato sera e la domenica pomeriggio, nella piazza Municipale - già Cortile Ducale - è la volta delle "Gare delle Bandiere Estensi". Sbandieratori e musici, si confrontano in una sana competizione, per le quali Ferrara detiene il maggior numero di titoli nazionale. Il penultimo sabato del mese, in notturna, un maestoso corteo storico formato dalla Corte Ducale e dalle otto contrade - con più di millecinquecento figuranti in riproduzioni fedeli dei costumi, delle armi e delle attrezzature della seconda metà del 1400 - percorre in una prestigiosa camminata, storica l'asse viario principale della città. In Piazza Castello è la volta della grandiosa cerimonia dell'Iscrizione delle Contrade alle Corse al Palio. Infine l'appuntamento dell'ultima domenica di maggio nella piazza Ariostea, dove si disputano le quattro tradizionali corse al palio di Ferrara: la corsa dei putti per il palio rosso di San Romano, la corsa delle putte per il palio verde di San Paolo, la corsa delle asine per il palio bianco di San Maurelio, la corsa dei cavalli per palio giallo di San Giorgio. I drappi di stoffa (palii) dati in premio ai vincitori di ciascuna corsa sono dipinti da famosi artisti. Per maggiori informazioni www.paliodiferrara.it.
Lunedì, 07 Gennaio 2013 00:00

L'EPIFANIA LE FESTE PORTA VIA

Articolo tratto da: QN - Il Resto del Carlino del 07/01/2013  ed. Ferrara  p. 2  

GRANDI festeggiamenti per la Befana. Tantissimi gli appuntamenti organizzati ieri in tutta la città ai quali hanno preso parte centinaia di bambini. Una delle prime apparizioni è stata ieri mattina alla caserma dei vigili del fuoco di via Verga dove sono state oltre 170 le calze donate ai bimbi alla presenza di 500 persone. La nonnina, nel primo pomeriggio, doveva poi lanciarsi da tremila metri di altezza con il paracadute per raggiungere i bambini nello spazio adiacente l'aeroporto, ma la fitta nebbia glielo ha impedito. Per non deludere tutti i suoi fan, la Befana è comunque arrivata a bordo di un piccolo aereo con l'immancabile scopa dispensando, insieme a due 'mangiafuoco', cioccolata e regali. La festa si è poi spostata in piazza del Municipio con le iniziative organizzate dalla contrada di San Paolo, in collaborazione con l'amministrazione comunale. Qui lo spettacolo di burattini e la 'baby dance' hanno rallegrato il centro per un paio di ore. Quest'anno la simpatica vecchina ha fatto visita anche al Museo archeologico dove i volontari del Gaf l'hanno accompagnata, insieme a un gruppetto di bambini, in una visita legata al mondo dell'infanzia etrusco, nell'antica città di Spina del V secolo avanti Cristo. Tante le iniziative che hanno riscosso un grande successo come al Centro di promozione di Barco e circolo Bontemponi, o l'arrivo della 'vecia' al centro di promozione sociale di Montalbano o in piazza Buozzi a Pontelagoscuro. In città, la giornata dedicata all'Epifania si è conclusa con il tradizionale falò in piazza Trento Trieste. Nonostante «le scarpe tutte rotte», la Befana ha rallegrato la giornata dispensando a tutti leccornie e allegria, rinnovando l'appuntamento all'anno prossimo. Angela Carusone
Domenica, 06 Gennaio 2013 00:00

Festività in cenere dopo il grande falò

Articolo tratto da: QN - Il Resto del Carlino del 06/01/2013  ed. Ferrara  p. 8  

GIUNGERÀ a cavallo della sua tradizionale scopa la Befana attesa in piazza del Municipio oggi pomeriggio alle 18. E aspettando il suo arrivo, con un carico di calze piene di dolciumi, bambini e famiglie potranno partecipare, a partire dalle 16, nella stessa piazza del Municipio, alle iniziative organizzate dalla contrada di San Paolo in collaborazione con l'Amministrazione comunale, tra cui uno spettacolo di burattini e l'appuntamento con la 'baby dance'. Il pomeriggio dell'Epifania, che terminerà con il tradizionale falò previsto per le 19.30 in piazza Trento Trieste, chiuderà il programma delle manifestazioni di 'Natale è in Centro a Ferrara'.
Pagina 5 di 5